Lettori fissi

sabato 30 agosto 2014

fascette chiudi-card

A volte può essere utile avere una chiusura per le card piegate, così ho progettato delle fascette in cartoncino, che ricordano un po' le fibbie delle cinture. 
 
Credo che le prossime le decorerò con un punch per bordi!
Il sistema di taglio e piegatura è quello che si usa per i pop-up semplici... si piega a metà un cartoncino, si taglia con il cutter su 3 lati, lasciando intatto il lato piegato. Si piega poi la parte opposta (dove terminano i due tagli paralleli) e si riapre il cartoncino facendo fuoriuscire la parte tagliata. 
Difficile spiegarlo a parole... ma credo che dalle immagini si capisca.
Qui sotto ho inserito la scansione dei cartoncini piegati a metà: io questi li ho disegnati a mano, ma con alcune fustelle della Big si possono fare anche con forme più attraenti e decorative! 
Comunque se volete stamparli cliccate sull'immagine per avere le dimensioni reali.
Le linee a matita orizzontali sono quelle di taglio. La linea verticale interna è la piega che poi verrà portata in fuori. Questo template è adatto per una card in cartoncino da 270 grammi, larga 10,5 cm. Il taglio è lungo 5,5 cm (x2).
La card di prova qui sotto è stata embossata con la Sizzix Textured Impressions Embossing Folder w/Stamp - Flourish Set e colorata con il Distress ink Tattered Roses
La fascetta è stata colorata a stencil. Il fiore "astratto" l'ho realizzato con la fustella Sizzix Bigz Die-Flower, 3-D Fringed: dopo averlo fustellato, ho ripiegato al centro la parte esterna (quella con i tagli) un petalo per volta, sovrapponendoli a spirale .

mercoledì 27 agosto 2014

ancora recupero/riciclo dei negativi: 3 card e un minialbum

Ho utilizzato ancora alcuni negativi delle fustellate, ci sto prendendo gusto  :-)
Le seguenti card sono ricavate dal foglio bianco, precedentemente fustellato, che ho messo sotto alle farfalle e alle libellule che avevo spruzzato con i miei inchiostri casalinghi quando ho fatto il tavolino...

In pratica: ho fustellato le farfalle da un cartoncino bianco (fustella Sizzlits - Flights of Fancy).
Ho messo il negativo sul piano di lavoro.
Ho spruzzato le farfalle che avevo fustellato con gli inchiostri spray e le ho usate per il tavolino.
Sui negativi sono rimaste le "impronte" bianche e i colori spruzzati.
Ho incollato un cartoncino blu scuro sotto i negativi.
Nella prima card ho aggiunto due avanzi di un cartoncino embossato e inchiostrato di giallo/verde, ho spennellato una vernice lucidante da decoupage sul "foro" della farfalla che ha lasciato un piacevole effetto glitter sul cartoncino blu, ho timbrato alcuni fiori usando i miei timbri di gomma crepla fatti con la Big e l'inchiostro Dovecraft Premium Pad bianco, ho timbrato la scritta Happy con il distress Peackok Feather e l'ho riempita con la matita bianca. Ho aggiunto un fiorellino embossato e distressato e qualche strass a forma di fiore (per la cronaca: questi strass li ho presi dai cinesi, 80 centesimi al foglio!).
Le altre due card invece le ho lasciate "al naturale", l'effetto mi piace così com'è.
Questo sotto invece è un mini-mini album.
La particolarità del negativo è il materiale: la fustellata era rimasta da un sottile foglio di polietilene lucido, colorato con gli alcohol ink. La fustella che avevo usato è la Sizzix Sizzlits Die - Poinsettia Swirls- di Brenda Walton. Avevo piegato il foglio in due, quindi il motivo è identico e speculare sul davanti e sul retro.
L'ho incollato su un foglio di carta fantasia stampato al pc ed è diventato la copertina del minialbum. L'effetto "morbido" mi piace un sacco e con la carta sottostante ha un effetto 3D. Con una busta da lettera piegata in 4 ho fatto le pagine- di cui due con taschina ad apertura superiore per eventuali tag- e le ho rivestite. Per ora non ho aggiunto abbellimenti, anche perchè non è venuto molto preciso. Vedrò in seguito se merita di essere terminato o meno.

domenica 24 agosto 2014

card con i negativi delle fustellate (2)

Non so voi, ma io ne ho davvero a bizzeffe!!! Parlo dei negativi delle fustellate, come dice il titolo del post. Ne ho delle scatole piene!
Tutti i giorni mi riprometto di usare un po' di questi avanzi... e invece tutti i giorni ne produco ancora in abbondanza... tutti negativi che ovviamente poi mi dispiace buttare!!! Uff.... è, come si suol dire, "un cane che si morde la coda"!
Così ecco altre due card fatte appositamente per riciclare i negativi.

  • Card quadrata con uccellino
Il negativo era un cartoncino bianco, con un foro a forma di cerchio scallop piuttosto grande, fatto con le Framelist. L'ho premuto sulla plastica che metto per proteggere il tavolo quando spruzzo con gli inchiostri e l'ho macchiato per bene con il verde ancora umido da un altro lavoro (e questa è la parte superiore della card). Poi ho preso un ritaglio di cartoncino bianco con un bordo curvo, (avanzato da chissà quale lavoro), ho colorato una fustella da embossing con il Peacock Feathers Distress Ink e l'ho embossato e colorato in un colpo solo. Ho poi ulteriormente distressato i bordi con lo stesso colore (e questa è la parte sottostante della card). Ho incollato i due pezzi e rifilato con la taglierina, ottenendo un quadrato. Ho aggiunto la forma di un fiore fustellata con la carta di un blocchetto di post-it, l'uccellino che ho ricavato da due pezzettini di cartoncino blu, qualche brillantino e il sentiment (che mi sono dimenticata di distressare...)
Infine ho montato il tutto su un altro cartoncino bianco piegato a metà.
  • Card natalizia con coniglietti 
Questa card l'ha fatta la mia piccola nipotina. Si diverte parecchio e mi aiuta a smaltire gli avanzi...   :-))
Anche questo negativo era un su cartoncino bianco, avanzato da una fustellata con la Sizzix Frame Doily ed è stato colorato e distressato con il distress ink Peacock Feathers (... Io lo adoro!!). Per aggiungere luminosità la mia nipotina ha steso con il pennello del glitter argento ed azzurro.
Il timbro con i dolcissimi coniglietti è di Lily of the Valley, è quello che ho vinto recentemente al loro blog candy giornaliero e mia nipote lo ha colorato con le matite.
Il bordo con i cuori rossi invece... è una stella filante (sì, proprio una di quelle striscioline arrotolate che si soffiano a carnevale!! L'anno scorso le ho viste in un supermercato a pochissimi centesimi, con diverse fantasie e me ne sono innamorata! Ne ho comprato due pacchi... Volevo farne dei washi tape montandole sul biadesivo, ma sono comode anche attaccate semplicemente  con un po' di colla).
Questa card era ancora da rifinire, aggiungendo qualche abbellimento per coprire gli angoli, ma il tempo per lo scrap era scaduto.... e mia nipote era contenta così!
:-)

venerdì 22 agosto 2014

alteration - riciclo: voli di farfalle su un vecchio tavolino

Questo vecchio tavolino quadrato, trovato in cantina, prima del "trattamento" era da gettare, perchè era molto rovinato. Le gambe e i bordi erano ancora integri, ma il piano era proprio sfondato, però mi dispiaceva buttarlo.
Alterato così invece mi piace, mi mette allegria! (ed è anche utile per la mia craft-room)
Ho tolto il piano rotto, che era inchiodato; sotto ce n'era un altro ancora intero (foto sottostante)
Ho comprato un quadrato di compensato dello spessore giusto, e gli ho dato due mani di mordente color douglas (volevo che la tinta fosse più chiara rispetto a quella del bordo)
Poi ho semplicemente preso un foglio di carta scrap della Stamperia che mi piace molto e ce l'ho posizionato al centro. Con la Big ho fustellato delle libellule e parecchie farfalle nel cartoncino leggero bianco e le ho colorate, alcune con i miei inchiostri handmade e altre con gli acquerelli. 
 
Ho incollato tutto con il vinavil, sia sotto che sopra, come si fa per il decoupage e ci ho dato tre mani di vernice trasparente protettiva opaca. 
Ho poi attaccato il compensato a quello sottostante con la colla Millechiodi, ponendoci dei pesi sopra perchè non si incurvasse.
In poche ore ha cambiato faccia!

martedì 19 agosto 2014

Texture paste e timbri homemade

Questo è il seguito dei due post precedenti. L'ultimo cartoncino di riciclo su cui ho sperimentato la texture paste fatta in casa era quello con i pesci.
L'ho pitturato di verde acqua con i miei colori spray homemade, e a sinistra ho aggiunto una striscia di cartoncino bianco che avevo tamponato sulla superficie della plastica che proteggeva il tavolo dallo spray... e si era macchiato piacevolmente.
Ho decorato usando dei piccoli timbri, che ho fatto da me usando avanzi di gomma crepla fustellata e incisa con una penna scarica e delle gomme da cancellare intagliate con il cutter e una piccola sgorbia da legno.
 
Sull'intaglio delle gomme da cancellare in rete ci sono molti videotutorial e devo dire che questa tecnica mi piace moltissimo.
Un sito favoloso a questo riguardo è Gennine Art blog. Vi invito a visitarlo per lustrarvi gli occhi... anche se lei usa un materiale apposito (che ovviamente in Italia non c'è). Ha creato dei timbri davvero fantastici.
Appena troverò delle gomme molto grandi farò ulteriori esperimenti!
Per il momento ho fatto solo dei "pasticcetti" e li ho usati (e quando dico pasticcetti e avanzi di crepla credetemi... !!),
ma il risultato mi piace, perchè il fondale marino si presta bene a forme sovrapposte e poco definite, quindi si può sempre "aggiustare il tiro".
Con i timbri ho usato sia i tamponi Distress, sia i Dovecraft Premium Pad, che trovo davvero belli perchè sono pastosi, molto coprenti e leggermente lucidi.
Ho fatto cadere qualche goccia di alcool denaturato per creare le bolle e poi ho spruzzato un po' di blu per movimentare la superficie.
Alla fine ho aggiunto qualche ricciolo di carta per dare un minimo di profondità.

domenica 17 agosto 2014

Due tag con la texture paste

 
Dopo aver fatto una prova con la texture paste fatta in casa (vedi post precedente) sopra del semplice cartone di recupero, ho deciso di vedere come si comportavano i colori applicati sulla texture.
Ho quindi provato con gli acquerelli (e già che c'ero ho provato anche a vedere cosa succede se si fa cadere qualche goccia di alcool denaturato sul colore bagnato... non male, si creano delle macchie interessanti)
Poi mi ha preso l'ispirazione... e due pezzi di cartone texturizzati sono diventati tag.
Sulla prima tag ho applicato un bordo bianco fustellato con la Thinlits Hearts & Flowers Edges, ho sporcato il bordo con il Distress ink Tattered Rose e ho applicato qualche strass. Ho timbrato la tag con inchiostro bianco e ho aggiunto una farfalla e un cuoricino di polistirolo riciclato
Ho poi aggiunto una targhetta con un sentiment, due angioletti tagliati con un punch da un foglietto di un post-it indaco (adoro questo colore!) e un altro piccolo avanzo fustellato, sempre indaco.
In alto ho messo un fiore fustellato con la Tattered Florals di Tim Holtz, modellato e distressato, una foglia (Sizzlits Flower & Leaf), l'interno di un fiore della fustella Flower Cottage Trio fustellato dal polistirolo riciclato e un altro fiorellino fatto con la carta di un vecchio libro; per legare la tag un nastro semitrasparente lilla.
La seconda tag ha una forma non convenzionale, l'ho tagliata con la fustella della Big Frame Doily. Dopo aver applicato la texture paste e l'ombretto perlato, ho deciso di ripassare i bordi di bianco, perchè risultava tutto troppo scuro e le forme si confondevano con lo sfondo. Non avendo gelatos, nè penna gel, ho usato un Uniposca. Nel ripassare, ho lasciato un po' di spazio attorno ai petali e l'ho poi riempito con un altro Uniposca color oro. 
Ho aggiunto altre macchie bianche sul bordo.

Ho incollato tre ghirigori verdi e ho aggiunto un fiore verde acido fustellato da un cartone e un legaccio di carta paglia.

Esperimento: Texture paste homemade

Non ho mai provato ad usare la texture paste o il gesso per ottenere degli sfondi interessanti, perchè non li ho. Il materiale per lo scrap è caro e c'è sempre qualcos'altro di più "necessario" (!) da comprare... però l'idea mi attira moltissimo! Adoro la carta, da sempre il mio materiale preferito, ma mi piacciono anche molto le creazioni multimateriche.
Così, ho cercato la ricetta per fare la texture paste con materiali casalinghi e l'ho trovata. Evviva!!!!
L'autrice della ricetta è sicuramente autorevole, una guru del mixed media: Gabrielle Pollacco. La ricetta la trovate qui ed è davvero semplice.
Ho raddoppiato le dosi, per poter fare prove a bizzeffe, visto che si conserva per mesi...  :-))
In casa non avevo dell'acrilico bianco puro, ma solo degli avanzi di avorio, di bianco perlato e un piccolo tubetto di tempera bianca opaca. Ho usato quelli...
Con un cucchiaio ho mescolato in un barattolo a chiusura ermetica:
mezza tazza di borotalco, 2 cucchiai di colla vinilica e 2 cucchiai di tempera acrilica ottenuta mischiando i miei avanzi. Ho aggiunto un pochino d'acqua (il prodotto finito deve avere, come dice la Pollacco, la consistenza del dentifricio).

Un'altra cosa che mi mancava era la spatolina... ma anche qui la Pollacco mi ha illuminato la via... basta una vecchia carta di credito (o magari telefonica, o del supermercato... aggiungo io).
Wow! Fantastico! :-)))
Purtroppo però, dopo avere tenuto per anni due vecchie carte, le ho buttate proprio di recente   :-((
Ho usato quindi una vecchia tessera, un po' più sottile.
Ho subito messo alla prova la mia texture paste e la mia tessera!
Ho usato un vecchio stencil intagliato con il cutter e dei negativi di fustellate su acetato. Come supporto, semplice cartone di riciclo.
Ecco il risultato:
Come vedete devo ancora impratichirmi con la "spatola" (e procurarmi qualcosa di adatto, la vecchia tessera che ho usato è troppo morbida e flessibile).
Però la texture paste homemade mi sembra ottima e funzionale!!
Per questo cartone rotondo, fustellato con la BIG, ho provato a versare, sulla texture paste non ancora completamente asciutta, del vecchio ombretto in polvere perlato.
Una volta seccato bene, ho tolto l'eccesso con il dito e l'ho sfumato tuitto intorno. L'effetto è interessante.


Bene, ora non mi resta che prepararmi qualche stencil, o magari acquistarne qualcuno già pronto. Ne ho visti di bellissimi in rete, ad esempio quelli di Gio.

mercoledì 13 agosto 2014

Card con i negativi delle fustellate


A volte mi dispiace buttare i negativi delle fustellate... così quelli che mi ispirano particolarmente li tengo!
La base di questa card è una pagina di un vecchio libro, spruzzata con i miei inchiostri spray hand-made che in precedenza avevo fustellato per fare dei fiori "alla Tim Holtz": mi piaceva troppo la sagoma vuota dei fiori sulla carta scritta tutta macchiata e ho deciso di darle un'occasione...  :-))

L'ho incollata su un foglio di carta scrap arancione della Stamperia, poi ho montato il tutto su un cartoncino azzurro e già l'effetto mi sembrava piacevole. Poi l'ho decorata: ci ho incollato alcuni pezzi di coperchi di teglia di alluminio embossati e colorati con gli alcohol ink (vedi questo post),
 
un uccellino fatto con il polietilene e colorato come sopra (vedi questo post)
e due piccole sagome a forma di fiore ottenute con la plastica riciclata dai flaconi del detersivo (vedi questo post), anche questa colorata con gli inchiostri. Per rifinire, alcuni ghirigori di carta e un cerchio scallop distressato con un sentiment timbrato.
Con questa card partecipo ai seguenti challenge:

lunedì 11 agosto 2014

una collana con lo yo-yo maker


In uno dei miei ultimi acquisti on line c'era anche un piccolo attrezzino per fare i cerchietti di stoffa arricciata, lo Yo-Yo-Maker.

Si tratta di un piccolo strumento formato da una coppia di cerchi "scalloppati" di plastica, che si incastrano uno nell'altro e che tenengono tesa la stoffa al loro interno; con l'ago si passa il filo nei buchini e alla fine si tolgono i cerchi, si tira il filo per arricciare e si annoda.
Un metodo velocissimo e preciso, che consente di usare creativamente pezzi di stoffa molto piccoli.
I cerchietti si possono realizzare anche senza lo strumentino, le istruzioni con il procedimento (con e senza yo-yo maker) le trovate qui
http://nellavaligiadellaburu.blogspot.it/2012/06/come-realizzare-gli-yo-yo-di-stoffa.html
Io ho usato dei ritagli di stoffa di riciclo, presi da un campionario di tendaggi e divani... Ho cucito parecchi cerchietti e ho aggiunto dei bottoncini al centro.

Poi li ho fissati ad un filo doppio di corda di lino, alternandoli con nodi e alcune perle di legno.

Per la chiusura ho fatto un semplice anello con il filo stesso.
Ne è risultata una collana carina (perlomeno, a me piace!), leggera e adatta all'estate.

domenica 10 agosto 2014

abbellimenti in pasta di mais

 
Da tempo volevo provare a fare degli abbellimenti con la pasta di mais (una valida alternativa al fimo, che costa caro...) e cercando tra le varie ricette in rete ho trovato il favoloso sito di Blu, pieno di cose bellissime. Vale la pena di visitarlo!

La sua ricetta di pasta di mais non richiede cottura e l'ho trovata ottima.

Ho sudiviso il panetto ottenuto e ho colorato la pasta con gli acrilici, poi per ottenere forme precise (io al contrario di Blu non sono un'abile modellatrice...) ho usato un vecchio stampo da ghiaccio, ma di sicuro con gli stampi in silicone per dolci le possibilità si ampliano notevolmente!
  
Infine ho ripassato alcune forme con un Uniposca color oro e il risultato non è male, ha un aspetto "vissuto", un po' vintage.
Ho messo da parte gli abbellimenti per usarli nei miei progetti scrap, sono abbastanza leggeri. La pasta l'ho conservata in frigo, avvolta nella pellicola trasparente, per fare in seguito altri oggettini.

mercoledì 6 agosto 2014

Natale anticipato: una card


Ultimamente ho vinto un timbro al fantastico Giveaway giornaliero di Lily of the Valley (LOTV). Sono stati gentilissimi e superveloci nel mandarmi il piccolo premio: in soli due giorni mi è arrivato il pacco con posta aerea.
Il soggetto è natalizio, molto dolce, come tutti i loro bellissimi timbri (andate a vedere quelli appena usciti, sono splendidi!).
Non ho resistito e l'ho voluto provare subito.
Ho colorato con le matite acquarellabili (come vorrei il pennello con serbatoio e degli acquerelli decenti...); ho ritagliato la timbrata e l'ho messa con il biadesivo spessorato all'interno del negativo di una fustellata (mi dispiace, ma in foto si vedono le ombre), a sua volta spessorata e attaccata sullo sfondo.
Ho usato due tipi di carta: lo sfondo è della Stamperia e il primo piano è una carta digitale gratuita che ho stampato al PC, prelevata dal blog
http://jennyellory.blogspot.it/2011/10/free-patterned-papers.html 
La stella embossata è fatta riciclando un coperchio di una teglia di alluminio, (vedi questo post). I riccioli rossi invece sono quelli che avanzano fustellando il bordo Vintage Lace Edging della Sizzix.

Con questa card partecipo:
http://ideastoinspire.blogspot.it/p/challenge.html